L’associazione culturale Krea presenta

la mostra fotografica

Timeless Woman”

009

La vernice firmata dal fotografo Stefano Lunardi celebra la donna e il suo ruolo nella storia in occasione dell’8 marzo

Gennaio 2013 – Una donna senza tempo, eterna, infinita. Una donna che rinasce e prende coscienza di se stessa. È questa la donna di Timeless Woman, mostra fotografica ideata dall’associazione culturale KREA e firmata dal fotografo Stefano Lunardi, che il prossimo 8 marzo 2013, proprio in occasione della festa della donna, sarà presentata presso la prestigiosa Scuola Grande San Giovanni Evangelista di Venezia.

Ma prima, il 15 Febbraio, nell’ambito della manifestazione VOCI di DONNA organizzata dall’Assessorato alle Pari Opportunità del comune di Cervginano del Friuli, una anteprima della mostra presso il Teatro PP.Pasolini, inaugurazione alle 18, ingresso libero.

 

Spinto dall’esigenza di raccontare la continua evoluzione/involuzione della figura femminile nella Storia, in un percorso di consapevolezza di sé e del proprio passato, Lunardi rappresenta attraverso scatti suggestivi e mai scontati l’universo femminile nella sua completezza e complessità. Volti appassionati, magnetici, a volte teneri e a volte determinati per una protagonista ritratta in diverse epoche storiche e che l’hanno vista attrice principale, nel bene e nel male. Il suo ruolo attraverso il tempo, conquistato o agognato per un excursus a tappe che ripercorre i momenti più significativi di ogni epoca: quello che abbiamo letto, visto o vissuto e che più ci ha colpito.

Gli scatti fotografici proposti da Stefano Lunardi, saranno un excursus storico-politico a tappe, le più salienti e le più menzionate – dalla Bibbia alla società moderna, dall’Inquisizione alla rivoluzione del ’68, – che vogliono rappresentare tutte le donne della storia: quello che di loro abbiamo letto, visto o vissuto.

Ad interpretarli saranno giovani donne sportive, che nello sport di squadra trovano una dimensione ludico-collaborativa e sono interessate ad essere le prime testimonial di questo progetto artistico, nell’intento di unire l’immagine della donna nella storia a suggestioni altre, rispetto alla figura imperante – anche in questi ultimi anni – delle donne-oggetto.

Più donne nella storia: “Donna Più” … donne più che mai impegnate e desiderose di riappropriarsi di quella sicurezza e determinazione che nei secoli le hanno guidate in un preciso cammino di crescita e di autodeterminazione.